salta la navigazione

La protagonista di questa settimana è Janice Edwards, insegnante di quarta elementare alla Franklin Elementary. Janice ha sempre desiderato essere un'insegnante e, sebbene abbia rinunciato a questo sogno per un po', ha imparato che si può cambiare la persona che si diventa con il duro lavoro e la perseveranza. Spera di insegnare queste caratteristiche ai suoi studenti. Ecco cosa ha scritto Janice sulle sue ragioni per insegnare:

Perché insegno...

di Janice Edwards

Sembra che agli insegnanti venga chiesto perché hanno intrapreso la professione di insegnante e che cosa li fa tornare giorno dopo giorno. Probabilmente ci sono come Quando ero giovane, ho sempre voluto fare l'insegnante. Amavo la scuola e l'apprendimento... e credo che mi piacesse l'idea di essere responsabile della mia classe. A un certo punto del percorso, ho perso questa passione. Un giorno ricordo chiaramente che mio cugino mi disse che ero decisamente troppo impaziente per fare l'insegnante. Pensai tra me e me: "Oh no! Ha ragione". E poi ho rinunciato al sogno. (Il saggio continua sotto il video).

Molti anni dopo mi ritrovai al primo anno di università a cercare disperatamente di scegliere una specializzazione. Ho preso in considerazione alcuni corsi di economia "sensati", ma non sono mai andata molto lontano perché non mi interessava affatto lavorare in un campo competitivo e finanziariamente orientato. Mentre cercavo tra le varie opzioni, non potevo fare a meno di pensare all'insegnamento, il mio sogno d'infanzia. Ora che sono più grande ho capito qualcosa che non sapevo quel giorno in cui il commento di mio cugino mi spinse ad abbandonare i miei sogni. Sapevo di avere il potere di essere ciò che volevo. Potevo cambiare. E non solo, ero già cambiata. Potevo essere un'insegnante se ero disposta a imparare attraverso il fallimento.

Insegno perché voglio che i ragazzi capiscano ciò che io ora so: Sono loro a decidere chi diventare. Voglio dare loro il sostegno di cui hanno bisogno per diventare studenti che non hanno paura di sbagliare e che capiscono che fallire in qualcosa non significa non poter raggiungere i propri sogni. L'apprendimento è un processo che richiede tempo e impegno. Per molti bambini, come i miei studenti, basta un adulto attento per aiutarli ad arrivare dove vogliono. Io voglio essere quella persona per i miei studenti. In definitiva, è per questo che insegno.

Shauna Sprunger
  • Coordinatore delle comunicazioni
  • Shauna Sprunger
27 Condivisioni
it_ITItaliano