salta la navigazione

Raramente studenti e insegnanti praticano la gratitudine e l'autoanalisi come nei nostri club Latinos in Action (LiA), in particolare nel club LiA della Dixon Middle. Con Lucy Ordaz Sanchez come consulente e guida, gli studenti hanno offerto gratitudine e contemplato le loro esperienze biculturali e multiculturali attraverso saggi che esplorano le loro vite di studenti biculturali e multiculturali.

Sebbene non possiamo condividere i loro nomi, possiamo condividere le loro parole e le loro voci. È un'offerta di gratitudine, autocontemplazione ed espressione di sé degna di essere letta, e ci congratuliamo con i nostri studenti per aver condiviso storie da e sulle loro esperienze vissute. 



Cosa significa essere latinoamericani?

"Cosa significa essere latinoamericani?" è una domanda molto comune. Essere latinoamericani non significa essere semplicemente latini, ma significa avere una cultura. La cultura è un modo per esprimere se stessi: il cibo, la danza, la famiglia, le tradizioni, ecc. Tutto nella cultura latinoamericana è bellissimo. Amo essere latinoamericana. Mi piace essere bruna, avere gli occhi marroni e i capelli mossi. Ma non tutti i latinoamericani sono così. Ci possono essere latinoamericani con i capelli lisci, con la pelle chiara, con la pelle scura, con gli occhi di colori diversi, alti, ecc. La cultura latinoamericana esiste da secoli.

I Maya, gli Aztechi e gli Inca hanno aperto la strada. Grazie a loro, siamo dove siamo ora. Faccio del mio meglio per rappresentare i latini e per farli sentire bene con se stessi. Il significato dell'essere latinoamericano è molto più di quanto sia già stato detto. Non è qualcosa di cui vergognarsi. La mia famiglia, così come altre famiglie, ha attraversato il confine per noi per avere una vita migliore, lo stesso per loro, ed è per questo che ora siamo latinoamericani. La mia famiglia non è molto tradizionale e incoraggio sempre mia madre a esprimere e amare la sua cultura. Alcune famiglie potrebbero non volerlo fare a causa delle esperienze difficili e negative che hanno vissuto, e alcune famiglie sono diverse. 

In questa società si pensa che essere in una famiglia latina sia un abuso e che tutte le famiglie siano uguali. Ma non è vero. Quando si è latinoamericani, si hanno meno opportunità rispetto agli altri. Questo non importa, purché siate felici di ciò che siete e, quando gli altri vi rifiutano perché siete latinoamericani, dimostrate loro che si sbagliano.

Mi piace sentire il suono delle corde della chitarra che strimpellano, il suono delle trombe, le belle voci dei latini e la musica. Mariachi, banda, reggaeton, cumbia, pop latino, ecc. Adoro il cibo delizioso: i tacos, le caramelle, le tortillas, ecc. Le telenovelas sono sempre così drammatiche. E le famiglie, anche quando si hanno 100 tias, 50 tios e più cugini. È sempre divertente uscire o parlare con loro. 

Il significato di essere latinoamericano è molto più di quanto si pensi. Non importa da dove si provenga o da dove provenga la propria famiglia, c'è sempre tanta storia dietro e si può imparare. I nostri genitori hanno fatto tanto per noi per essere "americani" e per stare in America. Ma, nel profondo, ci sarà sempre quella parte latina di voi.



Per me personalmente essere un latino-americano è essere te stesso, sacrificare le tue origini, non avere paura di insegnare la tua cultura al resto, non avere problemi con il fatto di essere del tuo paese, sentire le tue tradizioni e non abbandonarle, imparare di più a partire dalle nostre origini, godersi la propria cultura, amare il proprio popolo, conservare le proprie origini, condividere la propria cultura, essere uno solo e non avere vergogna di essere diverso dal resto e di avere una cultura diversa dal resto, questo per me è essere latino-americano.

E infine per me essere una persona bioculturale non è un male, è una persona che ha deciso di imparare di più e di imparare il resto, di imparare nuovi costi e di curarli e amministrarli come la tua cultura, di essere più di quello che sei, di poter insegnare fino a una o due culture diverse alla volta, questo per me è essere una persona bioculturale.



Essere latinoamericani significa saper avere pazienza. Saper fare sacrifici. Saper affrontare le cose. Essere latinoamericana è molto importante per me. Apprezzo quanto la mia cultura mi ha mostrato. Mi ha mostrato che qualunque cosa tu faccia, sarai giudicato. È solo la vita e bisogna lasciarla andare. 

Crescere con questi "cibi", la lingua, il colore della pelle, la musica, l'accento, ecc. è stato davvero difficile. Sono stata letteralmente vittima di bullismo, e per i motivi più disparati. "I tuoi capelli sono troppo disordinati" e "La tua pelle è troppo scura". I ragazzi non tacevano su nulla di ciò che facevo. Crescendo, volevo essere invisibile; non capivo cosa avessi fatto di così sbagliato. Le persone dovevano comportarsi così con me. 

Invecchiando, è davvero triste sentire quanto le persone abbiano dovuto subire la stessa identica cosa che ho subito io: quanto la gente odiasse la propria cultura a causa dei bambini stupidi che non stavano zitti. Vorrei che mi avessero insegnato a ignorare i loro commenti e le loro risate. Vorrei che questo venisse insegnato ai bambini in questo momento. Alla mia età non sono più insicura della mia cultura, della mia lingua o del cibo. Sono così orgogliosa di aver imparato a superare le sfide dell'essere latino-americano e sono così felice di aver scelto di ignorarle. 

Ho scelto di far parte di Latinos in Action perché sono orgogliosa di essere me stessa e sono molto grata di rappresentare ciò che non ho avuto crescendo. Alcuni ragazzi sono ancora vittime di bullismo a causa della loro cultura; essere latinoamericani significa dire loro il contrario. Al giorno d'oggi ci chiamano ancora così, come "border hopper". Anche se si tratta di uno scherzo, non va bene. È evidente che le persone non hanno imparato nulla e spero davvero che un giorno o l'altro si rendano conto di quello che stanno facendo. Sono grato di essere un latinoamericano e non vorrei che fosse altrimenti.



Per me essere latinoamericano è far parte di una delle migliori culture del mondo, significa essere il migliore, essere latino è far parte dei carnevali e delle feste più belle del mondo, dei paesi più belli o dei paesaggi più esuberanti, essere latino è avere le tradizioni più belle, essere latino è essere al fianco di altre persone quando serve perché è latino, essere latino è vivere nei paesi più grandi come in quelli più piccoli, essere latino è parlare portoghese come parlare francese, essere latino è il meglio, essere latino è avere le migliori specialità gastronomiche del mondo, i migliori ristoranti e le migliori culture, essere latino è anche passare attraverso le difficoltà e molti problemi, ma se sei un latino echado pa' alante sappi che questo è temporale, che tutto ciò che è male finirà e tu potrai essere felice, e sempre essere soddisfatto di tutto ciò che possiedi, anche se molte persone o tu stesso cerchi il tuo destino, essere latino è sapere che non tutto è facile in questa vita, ma essere latino è anche andare avanti come si deve, ser latino è avere l'ingegno per fare ciò che proponi, ser latino è il meglio, ser latino è "lo mero bueno", ser latino è sapere che tutto è un bene se lo proponi, ser latino è le cose più importanti del mondo, ser latino è avere le più belle feste del mondo, le più belle navate, i più bei carnevali, ser latino è il meglio.



Per me, essere latinoamericano significa essere orgoglioso di ciò che sono. Sono davvero orgogliosa di avere radici latine e di poterle rappresentare e di avere una cultura grande e interessante. Anche se non sono nata in Messico, mi piace rappresentarlo e imparare di più su di esso, in modo che un giorno possa andare a visitarlo e vedere tutto ciò che i miei genitori mi hanno raccontato quando stavano crescendo. Inoltre, per me essere latinoamericana significa non solo rappresentare una cultura, ma due culture diverse. 

Mi piace poter dire di essere latinoamericana. Non mi vergogno di chi sono o di essere latinoamericana, perché è quello che sono e sono felice di poterlo rappresentare. Un'altra cosa di cui sono orgogliosa è che ci sono molte persone che lavorano sodo, che si impegnano per andare avanti nella vita e vogliono diventare qualcuno. E che i miei genitori lavorano duramente ogni giorno perché io possa essere una persona migliore. Mi sveglio ogni giorno e sono orgoglioso di essere latinoamericano. E questo è ciò che significa per me essere latinoamericano: essere orgoglioso di esserlo.


Per me essere latinoamericano significa avere molte opportunità ed è onestamente un privilegio. In altri Paesi latini, molte persone non hanno l'opportunità di viaggiare negli Stati Uniti e hanno poche o nessuna opportunità di avere successo. Negli Stati Uniti, essendo latini, si hanno molte opportunità che a molti americani non piacciono. Essere in grado di parlare due lingue è una benedizione. Ma a volte i latinoamericani non vengono accettati solo perché sono latini, e questo non va bene.

Significa essere orgogliosi di ciò che si è e della propria cultura, come il cibo, i festival musicali, gli eventi e la famiglia. Essere orgogliosi di essere messicani e godere di una cultura meravigliosa e di ciò che la vostra cultura è e fa: essere latinoamericani significa avere un legame profondo con le nostre radici e la nostra storia. Si tratta della nostra lingua, che sia lo spagnolo o altro. I latinoamericani sono noti per la loro musica, l'arte e i film. 

Il cibo latino-americano ha un sapore delizioso, con piatti come tacos, tamales e pozole che rappresentano il nostro patrimonio perché la gente sa automaticamente da dove proviene. Avere personaggi famosi che si sono fatti conoscere per essere messicani è un privilegio per riconoscere il nostro Paese e la nostra eredità e per amare ciò che siamo. Le grandi città, gli splendidi panorami e soprattutto la gente fanno del Messico ciò che è. Il Messico è un luogo a volte accogliente e molto popolare da visitare. 


Para mi se significa una maravilla porque siento que me divierto mas representando mi país y me gusta porque se que mi sangre es latina yo siento que la sangre latina esta en mi sangre porque me gusta mas latino américa porque alla es donde naci y me crie con toda mi familia y aya ise mi infancia con primos y amigos porque jugabamos canicas en la tierra y tambien asia otras cosas porque tenia ganado yo en mi casa tenia una vaca y dos chivos que uno era bravo porque peleaban con el otro.


Essere latinoamericani significa forse non essere nati in Messico, ma avere sangue messicano. 

Sono nata in Arizona, ma crescendo sono andata spesso in Messico perché ho molti parenti lì, quindi andavamo a trovarli e ogni volta che andavamo a trovarli, imparavamo di più sui nostri antenati e su come vivevano e crescevano. 

Mia madre non ha sempre avuto i documenti, ma mio padre sì. Così l'ha aiutata a procurarseli per poter visitare il luogo in cui era nata e la sua famiglia. Penso che tutti i latini siano costantemente giudicati, sia per il luogo in cui sono o non sono stati partoriti, sia per il modo in cui si vestono o parlano, sia per il colore della pelle. Il biculturalismo ci permette anche di ricordare da dove veniamo, chi siamo e quanto i nostri antenati hanno rinunciato per noi. Dobbiamo ammirare e amare la nostra cultura. Non dobbiamo mai vergognarci o imbarazzarci. Abbiamo una cultura bellissima con tradizioni bellissime. 

Ognuno di noi ha il sangue messicano che scorre nelle vene e non sparirà mai, per questo dovremmo abbracciare questa bellissima cultura. I miei nonni hanno sacrificato molto per i miei fratelli e i miei genitori, affinché potessimo avere la migliore vita possibile. Sono arrivati negli Stati Uniti senza un posto dove stare, senza soldi, senza cibo, senza niente. È grazie a loro se oggi ho quello che ho. Ho una grande ammirazione per entrambe le mie nonne. Sono davvero la persona che voglio essere da grande. Grazie a loro, ho dei genitori fantastici e faccio parte di una famiglia bellissima con una cultura fantastica. Alcune persone hanno avuto i loro genitori che hanno lasciato il Messico senza nulla per gli Stati Uniti al posto dei loro nonni e io sono così grata per loro.



Anche se sono nato in Messico, la maggior parte della mia vita l'ho trascorsa in America. 

Fin da piccolo ho dovuto fare lavori pesanti, perché i messicani sono grandi lavoratori. E quando i miei amici dovevano uscire, io lo facevo sempre prima di loro. Ricordo che mi dicevano sempre che non facevano mai le faccende che facevo io, come tagliare il prato e pulire la cacca del cane. Dicevano che l'unico lavoro che facevano era pulire la loro stanza, e che venivano pagati per questo, mentre io non venivo mai pagato per la mia. 

Tuttavia, quando facevo le mie faccende, la mia ricompensa era mia madre che preparava bevande e cibi deliziosi. E ho preferito questo ai soldi. E ne sono grata perché ora conosco il valore del duro lavoro. In estate ricevevo sempre complimenti per la mia pelle, perché a tutti piace l'abbronzatura. Quindi, non mi sono mai vergognata di me stessa o della mia pelle. 

Per mia fortuna, mia madre impara facilmente l'inglese, quindi non devo dirle che cos'è una cosa in spagnolo. So che le persone traducono per i genitori e a volte capisco che non vogliono farlo. Quindi sono grata che mia madre abbia potuto imparare l'inglese; ora non devo tradurre le cose per lei e può fare le cose da sola senza aver sempre bisogno di me. Voglio dire, a volte, qua e là, chiede cosa significa questa parola o cosa c'è scritto in inglese, ma nel complesso è brava in inglese.


Per me, essere latinoamericano è qualcosa di speciale. Amo la nostra cultura e il modo in cui facciamo alcune cose in modo diverso. Amo il cibo e le tradizioni. È molto importante e speciale per me perché alcune persone non ci capiscono o non possono sperimentare ciò che viviamo. Nella nostra cultura, i nostri genitori possono essere severi, oppure abbiamo credenze diverse. Apprezzo e amo la mia cultura e mi fa sentire bene essere latinoamericana. Abbiamo molte tradizioni; per esempio, a Natale andiamo in chiesa, abbiamo cibo e attività da fare e ci divertiamo. 

Mi piace come le nostre culture si sostengono a vicenda e le loro riunioni di famiglia. La maggior parte delle nostre razze o culture sono cattoliche. Alcune non lo sono. 

La maggior parte delle volte, per Natale o Capodanno, prepariamo tamales, pozole e menudo per il cibo, e per le bevande possiamo preparare horchata e agua de pepino. Ho dimenticato come si chiama l'altra bevanda, ma è l'agua de it, una bevanda rossa/violacea. A volte c'è la cerveza per i più anziani, soprattutto per i papà e gli zii. C'è questo giorno a gennaio, credo, che è una festa, los tre magos reyes, e mangiamo la rosca; se ti nasce un bambino dal tuo pezzo, allora devi fare dei tamales o del cibo per gli altri a febbraio qualcosa, ed è una cosa divertente da festeggiare perché non solo è divertente ma la rosca con un po' di cioccolato è così buona. 

Una volta all'anno, nella mia chiesa si svolge questa recita e, dopo la fine della rappresentazione, camminiamo dietro la Vergine. Mio zio e mio cugino a volte partecipano alla rappresentazione. La recita parla di ciò che è successo a Dios, ed è triste da vedere; camminano anche con la croce come se fosse vera. Inoltre, per il compleanno della Vergine, portiamo i suoi fiori, ci vestiamo in un certo modo e facciamo la chiesa dopo che ci sono persone che ballano con la piuma la danca, e poi i viejitos vengono a ballare, ed è divertente da guardare. Mi piace essere latinoamericana. Anche se posso essere un ragazzo no-sabo, amo la mia cultura. 

Una cosa che ho imparato in Messico è che quando si dice "no sale" significa che c'è un'auto in arrivo, ma se si dice "no sale" significa che non ci sono auto in arrivo e si è liberi di girare o andare avanti. È un po' confuso, quindi cercate di non sbagliare, altrimenti possono succedere cose brutte, come un incidente. Mi piace che in Messico i funerali si svolgano in modo diverso. È così bello. Sì, si cammina molto. Si va in chiesa dietro al defunto e dopo la chiesa si va al cimitero. Diamo l'ultimo saluto, seppelliamo la persona e suoniamo.


Per me, essere latinoamericano significa avere certe tradizioni di famiglia e stare molto con la propria famiglia, perché la gente pensa che non siamo vicini ai nostri familiari. In realtà lo siamo, forse non con tutti, ma con molti di loro siamo molto legati. A volte le persone pensano che i nostri familiari possano essere violenti nei nostri confronti e credono che le persone siano sempre cattive con noi. Solo perché si sente dire qualcosa non significa che sia vero: le nostre famiglie sono gentili, ma a volte ci meritiamo la disciplina che ci danno. Tuttavia, non lo facciamo, e quando lo facciamo è perché stanno cercando di insegnarci che quello che abbiamo fatto è sbagliato e che non dobbiamo rifarlo.  

Inoltre, essere latino-americani significa lavorare sodo e svolgere qualche compito. Alcuni di noi devono aiutare a fare le pulizie in casa, come lavare i piatti, pulire la propria stanza o anche pulire la casa per aiutare mamma e papà quando serve. Non è sempre necessario pulire; alcuni di noi che possono lavorare con i genitori cercano di lavorare con loro. Di solito andiamo a lavorare con loro dopo la scuola e possiamo aiutarli a fare soldi e a guadagnare i nostri stessi soldi. Essere latinoamericani significa lavorare sodo, a volte anche con le cose più semplici, e questo mi piace molto. Facciamo sempre del nostro meglio per essere i grandi lavoratori che i nostri genitori sperano che diventiamo.

Un'altra cosa che significa essere latinoamericani è la quantità di famiglia che abbiamo. Abbiamo molti parenti, alcuni che forse non conosciamo affatto. Tutti abbiamo avuto quella telefonata imbarazzante o FaceTime con qualcuno che non sapevamo fosse la nostra famiglia. Non sapevamo nemmeno chi fosse, perché avevamo una famiglia molto lontana da dove venivamo o da dove si era trasferita. A volte capita che vengano a trovarci, quindi ci si prepara mentalmente a quello che sta per accadere e a come accadrà, ma non si può controllare che qualsiasi cosa accada, accada, e questa è la vita. Ma diventa un po' imbarazzante se li incontrate per la prima volta e vi dicono delle cose e voi non sapete cosa fare o dire, quindi accettate quello che vi dicono.

Ecco cosa significa per me essere latinoamericano. Può essere molto complicato, ma impariamo man mano, perché per noi adolescenti e bambini è difficile capire cosa sta succedendo ai nostri genitori. Li vediamo molto stressati e non sappiamo come reagire. Ma ho imparato che la cosa migliore da fare in quella situazione è cercare di confortarli. Per i nostri genitori significa molto se siamo presenti. Magari non mostrano di volerci bene o non ce lo dicono, ma a modo loro lo fanno.


Significa molto per me essere latinoamericana; i miei genitori si sono trasferiti negli Stati Uniti per darmi una vita migliore, in modo che io possa avere molte opportunità. Per avere un'istruzione migliore e per viaggiare ovunque io voglia quando sarò più grande. Un'altra opportunità che ho quando sarò più grande è quella di poter trovare un buon lavoro per guadagnare bene.


Cosa significa essere latinoamericani?

Secondo me, un latinoamericano è una persona ispanica che ha vissuto per la maggior parte della sua vita in un Paese inglese. Essere ispanici significa parlare spagnolo e mangiare il cibo famoso del proprio Paese o il loro cibo in generale. Si parla spagnolo in casa e si parla spagnolo. Lo spagnolo è stata la vostra prima lingua ed è stato importante per voi, perché altrimenti come fareste a comunicare con la vostra famiglia o con alcuni amici che si sono appena trasferiti o che non hanno ancora imparato? Certo, ci possono essere degli aspetti negativi nell'essere ispanici, ma è quello che siamo. Nessuno è perfetto, ispanico o meno; ognuno di noi è umano.

Gli ispanici portano le feste a un altro livello. Arrivano le famiglie dai loro Paesi d'origine e noi prepariamo un mucchio di cibo che probabilmente ci durerà un'altra settimana, restando alzati fino alle 12.00. Nel frattempo, la festa è appena iniziata. Essere ispanici può essere molto divertente, ma ci sono alcuni aspetti negativi, come il fatto di avere un familiare sempre ubriaco. Non tutti possono avere questo problema, ma ci sono alcune famiglie che ce l'hanno e, ad essere onesti, è triste perché con loro non c'è la stessa fiducia che si ha con la propria famiglia. 

Alcune famiglie hanno persone con dipendenze come il fumo, le droghe, ecc. e, ancora una volta, questo è triste perché vedi un membro della tua famiglia, il tuo stesso sangue, rovinarsi facendo cose che non sono necessarie, forse perché sta succedendo qualcosa nella tua famiglia o altro, ma in ogni caso è piuttosto triste e, ancora una volta, nessuna famiglia è perfetta; c'è sempre un lato negativo in quasi tutto. Essere ispanici significa essere diversi a modo proprio. 

Alcune persone si sentono strane con altre persone che non provengono dallo stesso luogo o che non hanno la stessa cultura perché non sono abituate, ma dobbiamo capire che è la loro cultura e che noi abbiamo la nostra; ognuno è diverso a modo suo. 

Passiamo ora a cosa significa essere americani. Essere americani significa essere nati in un Paese inglese; siamo molto diversi gli uni dagli altri. Quando penso all'America o agli americani, penso al colore della loro pelle. Gli americani hanno vita facile, se devo essere sincero; noi ispanici non siamo bianchi e per questo veniamo trattati in modo diverso. Alcuni americani hanno problemi con il nostro colore della pelle o con la nostra cultura, e questo non è giusto. Quando diciamo loro qualcosa, ci minacciano immediatamente parlando di immigrazione e dicendoci di tornare nel nostro Paese e di andare a fare i tacos o cose del genere. Non credo sia giusto. Essere ispanici può anche essere spaventoso, perché alcuni di noi vivranno sempre con la costante paura che l'immigrazione arrivi a casa nostra e ci porti via. 

So che sto dicendo un sacco di cose negative sull'essere americano, ma a parte questo, gli americani possono essere molto divertenti e simpatici. Per esempio, ci sono festività come il 4 luglio, in cui possiamo lanciare fuochi d'artificio, fare una grigliata e semplicemente divertirci. Ci sono carnevali e fiere e, se si fa abbastanza tardi, si possono vedere i fuochi d'artificio. Un'altra festa che mi piace è il Memorial Day, perché è il giorno in cui si onorano e si ricordano i parenti che hanno prestato servizio nell'esercito o in altri corpi. Se non fosse per loro, gli Stati Uniti sarebbero molto diversi da come sono oggi. Grazie a loro, probabilmente non avrei le persone che ho nella mia vita adesso.

Un'altra cosa che mi piace degli Stati Uniti è il cibo. Essere americani ha molti vantaggi, come lasciare il Paese senza essere preoccupati o spaventati, cosa che gli ispanici non possono capire perché non tutti gli ispanici hanno documenti, previdenza sociale o un passaporto con cui viaggiare, quindi una volta lasciato il Paese non si può più tornare indietro, per questo è difficile per gli ispanici lasciare il loro Paese. Un altro vantaggio è quello di avere un'assicurazione medica, in modo da non dover pagare molto per un viaggio in ospedale. Un altro vantaggio è quello di poter comprare una casa buona, abbastanza decente. La maggior parte degli ispanici non può permettersi una tale somma di denaro, perché il più delle volte veniamo pagati di meno perché non riusciamo a trovare un buon lavoro: o ci chiedono la previdenza sociale o una laurea e per ottenere una laurea in un'università, molto probabilmente bisogna avere la previdenza sociale per entrare nell'università, quindi questo è un altro vantaggio dell'essere americani.


Cosa significa essere latinoamericani? Questa domanda mi viene rivolta spesso. Direi che è fantastico, ma con i suoi lati negativi. Amo la cultura, il cibo, le danze, ecc. ma non il razzismo, la violenza, i problemi familiari, ecc. Anche dopo le cose brutte, ne sono ancora orgoglioso. Il fatto di essere latinoamericana mi dà tante opportunità che potrei ottenere se mi impegnassi al massimo. I miei genitori sono venuti negli Stati Uniti proprio per darci buone opportunità. Alcuni ragazzi latinoamericani non se ne rendono conto e vanno in giro a gettare via tutto il loro futuro. Vanno a drogarsi, a svapare, a bere e a non prendere sul serio la scuola, e questo non rende orgogliosi i tuoi genitori. 

Invece di fare queste cose, uscite e fate cose belle. Siate orgogliosi della vostra cultura, condividete le vostre storie e la vostra lingua. Ballate la musica con cui sono cresciuti i vostri genitori. La cultura latinoamericana esiste già da tempo: azteca, inca e maya. Alcune delle cose che facevano allora le usiamo ancora oggi per la nostra cultura. Dire alle persone che si è latinoamericani è una sensazione fantastica. Il lato negativo è che le persone possono essere molto crudeli solo perché non gli piaci perché sei messicano, salvadoregno, dominicano, ecc. Alcuni dicono di tornare al tuo contrario, eppure amano il nostro cibo. Siamo ormai abituati a ignorarli; vogliono vederti fallire perché "non siamo come loro".

Questa è la parte latina della cultura latinoamericana, ma ora la parte americana. Il solo fatto di essere nato qui ti dà molti vantaggi in più. Ad alcune persone piaci ancora di più solo perché sei nato qui. Inoltre, essere nati qui è come una buona sensazione di sicurezza. Si può anche imparare la lingua più facilmente. Le persone che arrivano in questo Paese dopo essere cresciute altrove hanno difficoltà a capire e imparare l'inglese. È anche una bella sensazione quando si aiuta qualcuno che ha parlato solo spagnolo per la maggior parte della sua vita. È una persona che è come te, ma che puoi aiutare con cose con cui tu hai avuto difficoltà. 

Un'altra parte è quella che si prova ad essere biculturali, dove le opportunità sono migliori di quelle che hanno i latini veri e propri. Sono nato qui, quindi ho diritti, documenti e maggiore libertà. Ma un'altra cosa è che le persone iniziano a dimenticare la loro lingua. Parlano inglese solo perché passano la maggior parte del giorno e della settimana a scuola parlando inglese. 

È importante ricordare da dove si proviene. Quindi abbracciate la vostra cultura; anche se da entrambe le parti, mostrate comunque cosa significa essere latinoamericani.


Spencer Tuinei
  • Specialista della comunicazione
  • Spencer Tuinei
0 Condivisioni
it_ITItaliano